0

La ricchissima e variegata produzione della pasticceria pugliese, vanta una lunga storia e prende vita dai giorni di festa ( Immacolata, Natale, Pasqua ma anche festeggiamenti privati, come matrimoni e battesimi), che rallegravano gli animi e riunivano le famiglie. Le varie ricette sono tramandate dai fondamentali insegnamenti delle nonne e fatte da ingredienti semplici e poveri, dal sapore ricco e genuino. Da tanta passione prendevano forma e golosa consistenza: cartellate, mostaccioli, rosette e via dicendo.
Ogni dolce ha la sua tradizione ed il suo perché, l’ingrediente principe della tradizione dolciaria pugliese è la mandorla, un frutto nobile, versatile e ricco di proteine. Sono semi oleosi ricchi di vitamine e sali minerali, efficaci nel preservare e mantenere in salute arterie, cuore e ossa. Le mandorle pugliesi sono protagoniste della storia della tradizionale pasticceria pugliese, impiegate per preparare dolci di “pasta reale” e svariate versioni dolciarie, ricette tramandate di madre in figlia, semplici e genuine, che arrivano oggi sulle nostre tavole con tutto il sapore della tradizione e della più antica storia locale. Le mandorle pugliesi, in particolare le mandorle di Toritto (varietà Filippo Cea), sono riconosciute come le migliori d’Europa. Proprio i dolci di mandorla, insieme alle cartellate, sono i veri protagonisti delle festività natalizie.

Cartellate: uno dei dolci rappresentativi della Puglia, fatte di farina, olio e vino bianco, con aggiunta di cannella, arancia e limone. Una pasta stesa sottilmente tanto da ricordare un foglio di carta; da questa associazione prende il nome. Successivamente, la pasta, viene avvolta su se stessa in modo da formare una rosa con i bordi seghettati, simbolo dunque della corona di spine. Vengono fritte in olio di semi, possono essere immerse nel vincotto o nel miele, oppure semplicemente spolverate da zucchero a velo. Un vero “tesoro” realizzato dalle mani sapienti delle massaie contadine, realizzato rispettando le tradizioni tipiche della regione Puglia, la loro preparazione necessita di molta cura. > COMPRA ONLINE

Dolci in pasta di Mandorla: un’altra chicca della pasticceria secca pugliese, detti anche dolcetti di Pasta Reale. Friabili e gustosi “bocconcini”, croccanti fuori e morbidi dentro, con il loro intenso aroma di mandorle, rigorosamente pugliesi, si conservano per diversi giorni. Si possono gustare in ogni periodo dell’anno e sono ottimi come dessert di fine pasto. Sono di facile conservazione e spesso utilizzate come bomboniere da matrimonio, i dolci di mandorla non richiedono molti ingredienti, ma solo materie prime di ottima qualità. > COMPRA ONLINE

Mandorlato: detto anche “Mandorlaccio”, è un dolce tipico della tradizione contadina pugliese. Si prepara principalmente nel periodo di Natale, ma si può gustare in ogni periodo dell’anno.
Da una ricetta antica nasce questo dolce leggero e profumato, fatto di prodotti semplici e genuini: farina di mandorle Filippo Cea, uova, zucchero, miele, amido di frumento, olio extravergine d’oliva, bucce di arancia, aromi naturali, nocino altamurano.
Le mandorle hanno un ruolo fondamentale nella preparazione del Mandorlato pugliese che si caratterizza per la tipica forma a cupola. La tanto preziosa frutta secca, infatti, è un ingrediente ricco di proteine quindi energetico e privo di glutine, pertanto tollerato da chi soffre di celiachia.
Prodotto ideale per un “dolce” regalo. > COMPRA ONLINE

Rafaioli: Soffice impasto di Pan di Spagna avvolge un cuore di Pasta Reale, e la sottile copertura di glassa allo zucchero e al cacao rende il rafaiolo un dolce unico e inimitabile.
Gli ingredienti del Rafaiolo sono: farina di grano duro, uova intere, zucchero, mandorle Filippo Cea, cannella, scorza di limone, glassa bianca e al cacao. Materie prime locali e di alta qualità, fondamentali per la riuscita di un prodotto genuino della tradizione natalizia e adatto ad ogni periodo dell’anno. > COMPRA ONLINE

Pulci: Sono dei dolci tipici della tradizione pugliese, anch’essi a base di mandorle. La fedeltà alla tradizione è l’ingrediente principe di questo dolce al cacao, in cui zucchero, mandorle, farina di semola e aromi naturali sono sapientemente dosati. Sono ricoperti da una sorta di glassa al cioccolato (scèleppe), un dolce croccante e genuino, tipico delle festività natalizie ma reperibile in ogni periodo dell’anno. > COMPRA ONLINE

Cestini di mandorle al cioccolato: Da pochi e semplici ingredienti nasce un delizioso cioccolatino fatto di mandorle intere pugliesi tostate e immerse in ottimo cioccolato fondente.
I rinomati cestini di mandorle al cioccolato, chiamati anche “mandorle atterrate”, rinnova la tradizione pugliese in tavola in ogni periodo dell’anno. > COMPRA ONLINE

Castagnelle: Le castagnelle appartengono alle tradizioni gastronomiche della Puglia.
Il nome della ricetta non è associato alla presenza delle castagne nella preparazione.
La ricetta viene cucinata durante il periodo natalizio e come ingredienti principali vede mandorle, farina, cannella e cacao che verranno impastati assieme e cotti poi al forno.
Croccanti e gustose le castagnelle sono ottime da degustare come dolce dopo i pasti, accompagnate da un buon nocino o rosolio. > COMPRA ONLINE

Marzapane: Il marzapane è una preparazione dolciaria più o meno consistente, costituita da pasta di mandorle finemente suddivisa ed amalgamata con albume d’uovo e zucchero. Il nome deriverebbe dall’arabo mauthabán, originariamente nome di una moneta. Un biscotto dal gusto rustico e non particolarmente dolce ma sicuramente molto sfizioso. > COMPRA ONLINE

Mostaccioli: Piccoli e gustosi biscotti irregolari, la versione pugliese, prevede l’aggiunta di vin cotto all’impasto. Il vin cotto è un mosto d’uva cotto, dal colore scuro e dal sapore dolce. Si può anche produrre a partire dai fichi secchi. I mostaccioli sono tra i più classici dolci tipici natalizi pugliesi, risultano gustosi, morbidi e friabili. > COMPRA ONLINE

Ferri di cavallo: I frollini a ferro di cavallo sono golosi biscottini di pasta frolla glassati per metà con cioccolato fuso.
Un dolce dal sapore delicato fatto in maniera artigianale con ingredienti locali e di qualità. Golosi e fragranti biscotti da gustare accompagnati da un buon thè aromatico. > COMPRA ONLINE

Tette delle monache: Un leggero pan di spagna, farcito con una golosa crema chantilly. Si dice che il nome derivi dalla forma stessa di questo dolce, ma esistono varie leggende a rigiuardo. Fino a poco tempo fa ad Altamura, città natale delle tette delle monache, la ricetta e la produzione era custodita gelosamente dalle Monache del monastero di Santa Chiara, che preparavano all’interno del monastero questi tipici dolcetti oltre ai tradizionali dolci in pasta di mandorla.
La bontà di questo dolce sta nella preparazione, rigorosamente manuale e dalle materie prime di alta qualità, che formano un impasto sofficissimo dalla consistenza unica.
E’ possibile acquistarli anche in altre varianti, con ripieno al pistacchio, cioccolato, nocciola e caffè. > COMPRA ONLINE

Sospiri con glassa: Un dolce leggendario, una ricetta antichissima, contesa per l’invenzione tra Altamura e Bisceglie. Il famoso Aleandro Baldi, li descrisse nei suoi appunti di viaggio, come un dolce gustoso e buono intorno al quale si narrano due leggende.
Secondo la prima furono le suore di clausura di Bisceglie ad inventarli per festeggiare il matrimonio tra Lucrezia Borgia e il conte di Conversano. Il matrimonio andò a monte e gli invitati, sospirando per l’attesa, vennero consolati con dolci preparati per l’occasione, che da quel giorno furono chiamati appunto sospiri.
La seconda leggenda racconta invece che fu un ragazzo innamorato ad inventarli, riproducevano il seno della sua amata.
Certo è che provare i sospiri porta a fare un solo commento: un sospiro di piacere. > COMPRA ONLINE

Taralli pugliesi: nacque probabilmente agli inizi del 1400: prodotto povero e semplice, veniva preparato nelle case contadine ed offerto agli ospiti assieme a un bicchiere di vino.
Il tarallo ha avuto un tale successo in Italia e all’estero da diventare un vero e proprio prodotto tipico e recentemente ha conquistato la denominazione PAT, Prodotto Agroalimentare Tradizionale italiano.
Deliziosi e friabili i taralli all’uovo, sono uno dei prodotti rappresentativi della Puglia, tipici del periodo pasquale. Un goloso e buonissimo dolce, perfetto da gustare durante le feste e richiesto in qualsiasi periodo dell’anno. I taralli all’uovo, sono fatti interamente a mano e cotti in forno a legna da produttori artigianali pugliesi, che utilizzano materie prime di alta qualità e seguono i processi di lavorazione tradizionale, con ricetta tipica della Puglia.
Sono una vera bontà, in ogni sua variante, ottimi per uno spuntino croccante. Una variante dei taralli classici all’uovo, sono i tipici taralli zuccherati, arricchiti da una glassa di zucchero (scèleppe), una vera delizia che si scioglierà in bocca.
Li troviamo anche nella versione al primitivo, con zenzero e cannella e al vino bianco, queste varianti non hanno uova tra gli ingredienti. > COMPRA ONLINE

Per ordinare e ricevere, direttamente a casa tua, i nostri dolci tipici pugliesi VEDI ONLINE

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà reso pubblico.

SU

WhatsApp chat